Tonfo casalingo per il Venezia

​VENEZIA-MALCONTENTA 2-6

Marcatori: 15' Pietroburgo (M), 20' Dalla Bella (M), 50' Dalla Bella (M), 56' Panzonato (M), 65' Dalla Bella (M), 85' Perrotta (V), 88' Rosa (M), 89' Dissera (V).

Spettatori: 80 circa


VENEZIA: Oselladore, Siega, De Poli, Andreolli, Rinaldo, Neidhardt, Solesin, Barbini, Foccardi, Omacini, Caporal. (Puppin, Mazzoleni, Favaro, Perrotta, Dal Borgo, Dissera, Carraro).

All. Giani.

MALCONTENTA: Verde, Zelenko, Agnoletto, Longo, Bortolato, Bighin, De Luca, Pietroburgo, Panzonato, Dalla Bella, Verde. (Berti, Finotto, Rossato, Piscitelli, Prota, Vian, Rosa)

All. Rizzetto


VENEZIA - Brutto risveglio per il Venezia. I ragazzi di Mister Giani sono stati superati nettamente da un Malcontenta frizzante e volenteroso giunto in laguna con il giusto piglio nonostante l'assenza del proprio allenatore (Ciullo) ieri in tribuna perchè squalificato.

Dopo un avvio promettente dei lagunari - gol sfiorato da Caporal lasciato colpevolmente libero di saltare tutto solo in area neroverde - il Malcontenta passava in vantaggio al 20' con Pietroburgo, bravo a trasformare un rigore generosamente concesso dal direttore di gara. Da quel momento il pallino del gioco passava in mano ai neroverdi ospiti che legittimavano il predominio territoriale con un goal di Dalla Bella.

La seconda frazione si apre con il terzo goal neroverde. Il Bravo Dalla Bella al 50' ribadiva in rete una corta respinta di Oselladore. Dopo la terza rete lo spartito non cambia con il Malcontenta bravo ad allungare fino al 5-0 con le reti di Panzonato e Dalla Bella (terzo personale).

Nel finale arrivavano poi anche le marcature lagunari grazie a Perrotta e Dissera (intervallate dalla marcatura di Rosa) utili solo per le statistiche e non per riaprire una partita già chiusa dal Malcontenta nella prima frazione.



CALCIO VENEZIA 1907 ASD - C.F./P.IVA 04313300271

Via Gaspare Gozzi, 37 - 30172 Venezia

Matricola FIGC 943473

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle