Venezia beffato al 95

VENEZIA-CITTA' DI MIRANO 2-3

Reti: 10' Stocco (M), 11' Carraro (V), 60' Stocco (M), 80' Barbini (V), 95' Canaia (M).

Spettatori: 50 circa.

VENEZIA: Oselladore, Costagliola, Andreolli, Barbini, Rinaldi, Perrotta, Solesin, Favaro, Dissera, Carraro, Caporal (Puppin, Dal Borgo, Mazzoleni, Ballarin, Forin, Meneguzzi) All.Giani


CITTA' DI MIRANO: Riccato, Zamengo, Busi, Allegramente, Mascherin, Tamai, Derrico, Manna, Favaro, Canaia, Stocco (Nogarin, Callegaro, Battineschi, Musi, Chimenti, Bosello, Pistolato) All. Lever

Venezia bravo e sfortunato, punito solo da un arbitraggio a dir poco discutibile.

I ragazzi di Mister Giani hanno disputato una gara gagliarda ed intensa ribattendo colpo su colpo agli attacchi dell'ottimo Città di Mirano che anche in laguna ha dimostrato tutto il suo valore ed ha avuto il merito di crederci fino alla fine anzi, ben oltre il tempo regolamentare.

Il focus principale dell'incontro è stato infatti il concitato finale. Dopo un incontro maschio ma corretto in cui le due squadre hanno saputo mettere in mostra tutta la propria volgi adi prevalere l'una sull'altra, ci ha pensato il direttore di gara a condizionare il regolare svolgimento della partita fischiando la fine proprio nell'istante in cui il bravo Canaia superava l'incolpevole Oselladore, 29'' oltre i cinque minuti di recupero concessi.

Un plauso comunque ai lagunari, attesi ora da un turno di riposo, che avrebbero strameritato il pari e anche al Città di Mirano che si è dimosrata la squadra più tecnica fin qui vista a Venezia.