Venezia in festa nel segno della tradizione

Nonostante il trascorrere degli anni e le molteplici vicissitudini che ne hanno caratterizzato anche il recente passato, il 14 dicembre continua a rappresentare una data fondamentale per tutto il calcio veneziano. Ed è proprio in quella data che ieri, presso il ristorante "Da Bruno" a San Lio, il Venezia 1907 ha voluto festeggiare l'arrivo delle festività natalizie ed il 108° anniversario della fondazione.

Dirigenti e rosa della Prima squadra, a cui si sono uniti numerosi anche i tifosi, hanno voluto festeggiare assieme quello che sarà il primo Natale di questa nuova vita sportiva del Venezia. Una vita nata quest'estate sull'onda dell'entusiasmo e della passione dei tifosi e dei dirigenti.

"La nostra era una scommessa, diciamo pure un azzardo - esordisce Gianalberto Scarpa Basteri, presidente del Venezia - ma il solo fatto di essere qui stasera con i giocatori e con i nostri instancabili tifosi dimostra la bontà della nostra scelta. Abbiamo deciso di rifondare il Venezia facendo leva su principi fondamentali quali il rispetto della storia e delle tradizioni, un progetto portato avanti con passione ed entusiasmo e non a caso abbiamo scelto il 14 dicembre per festeggiare. La struttura societaria è stata creata dal nulla, ma gli ideali su cui essa si fonda hanno un valore inestimabile e vivranno sempre del sostegno dei nostri encomiabili tifosi".


Il presidente avv. Gianalberto Scarpa Basteri con la moglie e vicepresidente Ludovica Leuzzi del Secco