Venezia corsaro a Campagnalupia


AMBROSIANA-VENEZIA 1-2

RETI: 31’ Foccardi (V), 45’ Zago (A), 55’ Toniolo (V)

SPETTATORI: 200 circa


AMBROSIANA: Bertellini, Sarto, Baldan, Guidotto, Uwahimire, Silvestrin, Pelizzon, Carraro, Pasqualetto, Zago, Segato. (Cristofalo, Scocco, Giovine, Fontana, Pasqualini, Bifulco, Kouki)

All. Bovo


VENEZIA: Puppin, Costagliola, Mazzoleni, Barbini, Forin, Andreolli, Caporal, Casagrande, Foccardi, Toniolo, Carraro. (Oselladore, Regini, Settimo, Costantini, Solesin, Neidhart, Meneguzzi)

All. Gervasutti


CAMPAGNALUPIA (VE) - Vittoria meritata e convincente per i ragazzi di Omacini che in un sol colpo colgono il primo successo esterno stagionale e lasciano allo Strà l’ultimo posto in graduatoria. Formazione confermata per il Venezia - guidato per l’occasione da Gervasutti che sostituisce lo squalificato Omacini - con il solo Foccardi al posto del dolorante Meneguzzi quale estremo terminale offensivo.

Dopo un avvio equilibrato, alla prima chiara occasione da rete il Venezia passa in vantaggio. Foccardi scatta sul filo del fuorigioco e supera Bertellini con un secco diagonale di destro. Subito lo svantaggio l’Ambrosiana si riversa in attacco creando diversi pericoli per la porta veneziana, Puppin però si esalta e in almeno due occasioni salva il risultato. In chiusura di primo tempo l’Ambrosiana coglie il meritato pareggio con Zago, bravo a cogliere l’angolo basso alla destra di Puppin con un bel destro dal limite, 1-1.

Nonostante il primo grande caldo stagionale il Venezia riparte con il piede sull’acceleratore sostenuto anche dai propri tifosi scesi in buon numero a Campagnalupia. Al 55’ Toniolo porta in vantaggio il Venezia. Caporal calcia a botta sicura in piena area biancoazzurra, interviene in scivolata un difensore dell’Ambrosiana ad intercettare la palla che si alza in campanile con Toniolo lesto a raggiungerla per primo e a scaraventarla alle spalle dell’impotente Bertellini.

L’incontro prosegue con l’Ambrosiana a caccia del gol del pareggio che le consentirebbe di rimanere agganciata al treno playoff senza però creare grossi problemi alla difesa veneziana. Sono invece i lagunari a sfiorare in due occasioni il terzo goal con Carraro in contropiede.

Finisce così 2-1 con la squadra che corre a raccogliere i meritati applausi dai propri tifosi.