I fratelli Casagrande per la prima volta insieme

Marco e Matteo Casagrande Francescut. Due “fratelli diversi” non solo nel carattere ma anche nella posizione in campo accomunati però da una sola grande passione per il calcio. Marco portiere e Matteo centrocampista, divisi all’anagrafe da sette anni, non erano mai riusciti a giocare insieme nella stessa squadra; mai almeno fino a domenica scorsa quando, indossando la maglia del Venezia, hanno affrontato e superato fianco a fianco l’Aleardi Barche in trasferta.

Per me è stata un’esperienza unica - esordisce Matteo, alla sua seconda stagione al Venezia - mai avrei pensato di poter giocare con mio fratello. Per altro lui era fermo da qualche anno ed avevo sinceramente perso la speranza. Si è unito a noi da poco per far fronte ad una situazione d’emergenza e devo dire che si è inserito fin da subito al meglio”.


In effetti tutto si è svolto con una rapidità inattesa complice la contemporanea defezione dei portieri della rosa Zara ed Oselladore. “Sono stato contattato dal D.S. Berto il lunedì pomeriggio, il quale mi ha prospettato l’opportunità di aggregarmi alla Prima Squadra - Marco difende con merito anche la porta della nostra formazione di Calcio a 5 - ed ho subito accettato la sfida, un po’ per la voglia di tornare in campo e, ovviamente, per passare del tempo con mio fratello. Abbiamo sette anni di differenza e siamo cresciuti giocoforza con interessi uguali in momenti diversi. E’ stata perciò anche una scelta fatta col cuore ed il gruppo mi ha accolto subito con affetto. D’altro canto, cosa ci può essere di meglio che giocare insieme nella squadra della nostra città?