Grande Torino: 70 anni fa la tragedia di Superga.


Il 4 maggio 1949 l’aereo che riportava a casa i giocatori del Torino, dopo un’amichevole disputata con il Benfica a Lisbona, andò a schiantarsi contro la collina di Superga, dietro il convento della basilica. Morirono 31 persone: 18 giocatori, 6 tra dirigenti e accompagnatori, 3 giornalisti e 4 membri dell’equipaggio. Nessuno si salvò. Fu un grande lutto per la città di Torino, per l’Italia intera, per gli amanti dello sport, per tutti quanti … non morì solo un gruppo di calciatori imbattibili, morì anche “l’esempio della nuova generazione, che riprende con coraggio la vita dal fondo, ove non per sua colpa, si è ritrovata dopo la guerra”(La Stampa, 5 maggio 1949)…

Il Grande Torino era il simbolo della speranza e della rinascita dopo gli anni bui delle bombe.


Quel giorno, settant’anni fa, se ne andarono anche quelle che furono due colonne neroverdi, Valentino Mazzola ed Ezio Loik. I giocatori che meglio rappresentano l’epoca d’oro del calcio neroverde. Con loro anche un terzo ex neroverde, il giovane Aldo Ballarin.


In questa triste giornata, il Venezia 1907 vuole ricordare non tre giocatori, ma tre uomini che hanno saputo regalare l’immortalità anche ai nostri amati colori neroverdi.


Ciao Valentino. Ciao Ezio. Ciao Aldo.