SCARPA BASTERI "USCIAMO DA MESI TREMENDI, MA GUARDIAMO CON OTTIMISMO ALLA PROSSIMA STAGIONE"

"Sono stati mesi difficilissimi per tutti, sotto ogni punto di vista, ma siamo ancora qui motivati ed ottimisti a programmare la prossima stagione”.

Il Presidente neroverde – Avv. Gianalberto Scarpa Basteri – giunto ormai alla settima stagione alla guida della compagine lagunare descrive così questo delicato momento. Reduce da due annate che definire tormentate è un eufemismo, il Venezia 1907 già da tempo ha rivolto il proprio sguardo al futuro.

Cercheremo di dare continuità all’ottimo lavoro svolto lo scorso anno da Mister Busetto e dal suo staff. Di concerto con il mister ed il DS ad interim Marco Semenzato abbiamo definito gli obiettivi da perseguire e nell’ultimo mese abbiamo provveduto ad incontrare tutti i giocatori della rosa. I movimenti di mercato non saranno molti, ma sicuramente finalizzati al mantenimento del livello tecnico dell’organico e, se possibile, migliorarlo”.

La stagione che formalmente è terminata ieri lascia spazio a rimpianti non solo sportivi.

In effetti spiace aver dovuto interrompere nuovamente la stagione a causa di questa maledetta pandemia. Il mio pensiero va alle tantissime persone colpite da questo virus ed a quelle che purtroppo non ci sono più ed alle loro famiglie. Tornando all’aspetto sportivo, il Venezia era a punteggio pieno dopo 4 giornate ed esprimeva un gioco molto piacevole che anche i tifosi avevano avuto di apprezzare, con un interesse ed un seguito di pubblico sempre in crescita; nell’ultimo incontro casalingo prima dello stop, nonostante la pioggia incessante, avevamo registrato circa 200 spettatori ed avevo visto con piacere volti noti di storici tifosi neroverdi riavvicinarsi con interesse. Non male per una gara di Seconda categoria. Speriamo di rivederli tutti da settembre per sostenere il Venezia insieme ai nostri meravigliosi tifosi, che ci seguono sempre in casa e fuori a prescindere dalla categoria e dai risultati e che non mancherò mai di ringraziare personalmente per il loro affetto ai nostri colori. È indubbio che la pandemia abbia inciso negativamente in maniera significativa anche sull’economia, per cui meritano un ringraziamento speciale gli sponsor che continuano a sostenerci in questo periodo così complicato”.